L’ultima campagna Valentino fa scandalo

campagna valentino

“Una libertà di espressione e un apprezzamento per l’illimitatezza dell’individualità contraddistinguono la nuova campagna #ValentinoCollezioneMilano”

Con queste parole, Pierpaolo Piccioli presenta la sua nuova campagna pubblicitaria Valentino. Incentrata sulla libertà di espressione e l’inclusività, uno dei protagonisti è l’artista, fotografo e modello americano Michael Bailey-Gates, autoritratto completamente nudo in una cornice che evoca l’arte antica, vestito della sola borsa Roman Stud del brand romano.

Quest’immagine, indubbiamente forte, è stata da molti capita ed apprezzata ma da altri decisamente criticata. Molti i commenti di odio verso l’artista, che ha deciso addirittura di rendere privato il suo profilo Instagram per fermare insulti e commenti.

Il pensiero di Piccioli

Il direttore creativo della maison ha voluto dire la sua, rivolgendosi direttamente al protagonista:

“Michael dopo che abbiamo pubblicato questa foto sul profilo Maison Valentino molte persone hanno reagito con commenti odiosi e aggressivi. Il mio compito è consegnare la mia visione della bellezza secondo il tempo che stiamo vivendo e la bellezza che consideriamo bella è un riflesso dei nostri stessi valori. L’odio non è un’espressione, l’odio è una reazione alla paura e la paura può facilmente trasformarsi in violenza, che può essere un commento o un’aggressione a due ragazzi che si baciano in una metropolitana. Dobbiamo opporci e condannare ogni forma di violenza, odio, discriminazione e razzismo e sono orgoglioso di usare la mia voce e il mio lavoro per farlo, ora e per sempre. Stiamo assistendo a un grande, enorme cambiamento nel genere umano. I movimenti di autocoscienza sono tutti guidati dalla stessa idea: l’evoluzione è possibile se l’uguaglianza è possibile, se è possibile l’inclusività, se i diritti umani sono difesi e la libertà di espressione è protetta e nutrita”.

Le parole di Piccioli ci fanno riflettere. Ogni qual volta si cerca di rompere in una certa misura gli stereotipi imposti, si grida alla scandalo e si rimane scandalizzati. Alla fine per cosa? Un uomo che indossa una borsa? Ormai è normalità! Oppure per la folta chioma o per il suo essere senza vestiti?

Commenti come ” quest’immagine mi disturba”, “è disgustoso”, non sono più ammessi nel 2021!

Voi che ne pensate?

Fonte: ansa.it