Milano Fashion Week. Al via le sfilate in formato digital

E’ ufficialmente partita ieri, in programmazione fino a lunedì 1 marzo, la Milano Fashion Week: l’appuntamento fashion più atteso dell’anno!

Il calendario prevede 68 sfilate digital autunno/inverno 2021-22, alcune in formato co-ed, 65 presentazioni e presentazioni su appuntamento e 7 eventi per un totale di 140 appuntamenti in calendario. L’emergenza sanitaria continua quindi a dettare una modalità di fruizione soprattutto online, come già avventuro il mese scorso per Milano Moda Uomo e, pochi giorni fa, per le fashion week di Londra e New York. I vari appuntamenti si potranno seguire sulla piattaforma di Cnmi, che trasmetterà le sfilate e le presentazioni dei brand, oltre a diverse stanze tematiche, dedicate ai vari progetti.

Il calendario vede la presenza di un mix eterogeneo di big names come Prada, Etro, Moschino, Missoni, Tod’s, Dsquared 2Alberta Ferretti, N°21 e marchi emergenti tra cui Gilberto Calzolari. Dopo l’esperienza di settembre è nuovamente in schedule anche Valentino che sfilerà a porte chiuse dal Piccolo Teatro di Brera. Tra gli hot ticket spicca l’esordio di Kim Jones al ready to wear femminile di Fendi e la capsule collection Alessandro dell’Acqua x Elena Mirò. Marni ha scelto tre slot diversi, scanditi dagli appuntamento breakfast, lunch e dinner venerdì 26 febbraio. Il giorno successivo Giorgio Armani svelerà prima la collezione donna e, a seguire, quella maschile.
Assente per questa stagione Versace che dà appuntamento al 5 marzo sempre online.

Domani verrà condiviso un video-omaggio diretto da Beniamino Barrese in omaggio a Beppe Modenese, presidente onorario di Camera Nazionale della Moda Italiana, scomparso lo scorso novembre.

Saranno presenti per la prima volta nel calendario sfilate Brunello Cucinelli, Del Core, Onitsuka Tiger, Fabio Quaranta, Pierre-Louis Mascia, Maxivive, Dima Leu, Münn, Budapest Select, Alessandro Vigilante, Giuseppe Buccinnà e Chb. Presenti per la prima volta nel calendario presentazioni numerosi brand tra cui Moorer, Yatay, Alabama MuseAc9, Oof Wear e Des Phemmes. Supportati dal Camera Moda Fashion Trust i brand Act N°1 e Marco Rambaldi.

Tra i progetti, ritorna anche Budapest Select. Grazie alla collaborazione tra Cnmi e Hungarian Fashion & Design Agency, per la quinta volta, 7 brand ungheresi parteciperanno alla Mfw con una sfilata digitale.

L’impegno di Cnmi al sostegno dei talenti emergenti si riafferma attraverso diverse iniziative, tra cui il rinnovo della con Rinascente. Nello store di Piazza Duomo, a Milano, è già allestito un pop-up store per offrire un supporto reale e commerciale ad alcuni dei nomi più promettenti del panorama della moda nazionale tra cui Marco Rambaldi, Fantabody, Vitelli, Gentile Catone, Themoirè, Drome, Simona Marziali – Mrz, Melampo, Sara Battaglia, Giannico e Greta Boldini.

“Sono molto felice – ha dichiarato Carlo Capasa, presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana – di vedere anche per questa fashion week la partecipazione di molti nostri soci e la presenza di nuovi brand, a sottolineare l’importanza e la valenza della settimana della moda di Milano sia pure in un momento così difficile per la nostra industria”.

E voi, state seguendo la MFW?

Fonte: pambianconews.com