Eco-fur, la pelliccia amica degli animali

Da qualche stagione sono loro le “regine” assolute dell’inverno: parliamo delle Eco-fur, le pellicce ecologiche, amatissime da celebrità, influencer e innumerevoli designer. Sono acclamate e desiderate, ma soprattutto sono amiche degli animali. Il boom delle pellicce ecologiche non accenna a scemare, confermandola anche quest’anno come uno dei materiali invernali più versatili e popolari.

Per prima cosa, bisogna liberarsi dal preconcetto che fake fur significhi colori improbabili o look eccessivi: quest’inverno si passa dai toni del marrone al nero, dall’effetto astrakan a quello extra-lungo. 

E’ quasi incredibile pensare che il trend “Eco Fur” abbia colpito persino Sua Altezza Reale, la Regina Elisabetta. Lo scorso inverno, i portavoce di Queen Elisabeth hanno annunciato che in futuro Sua Maestà abolirà l’utilizzo di qualsiasi tipo di pelliccia animale. La sovrana si è dunque unita alle richieste degli animalisti che da anni si battono reclamando un approccio etico e sostenibile del mondo della moda e che sono stati ascoltati anche da tante maison come Gucci, Giorgio Armani, Michael Kors e Prada. 

Parlando di approccio etico e sostenibile al concetto di moda, sicuramente il nostro riferimento va a tutti quelli che comprano vintage, che credono fermamente nel riciclo e nel riutilizzo di capi “vecchi”. Eticamente parlando la cosa migliore che ognuno di noi possa fare, è dare una possibilità di rinascita ad un capo che non è più utilizzato, conferendogli così una nuova vita.

Entra qui in gioco Marechiaro Closet, e-commerce di vintage che questa settimana ci propone una pelliccia eco-fur leopard. Qui di seguito le immagini. Cosa ne pensate? Cosa c’è di più etico di comprare una pelliccia ecologica che sia anche vintage allo stesso momento?

Martina Capuano