ELLE dice addio alle pellicce su ogni suo contenuto

elle pellicce

Il fashion magazine francese vieta l’utilizzo di capi di abbigliamento ed accessori realizzati in pellicce animali da tutti i suoi contenuti editoriali. Una scelta saggia per una moda più umana.

Elle ha creato una policy che non permette la creazione di contenuti editoriali per la promozione della pelliccia animale nelle proprie riviste, sui propri siti web e profili social. Per cui non vedremo più l’ombra di pellicce negli editoriali, nelle immagini per la stampa, in quelle delle sfilate e di street style. Al momento, ognuna delle 45 edizioni di Elle in tutto il mondo ha già sottoscritto la policy. 

“È davvero una grande opportunità per aumentare la consapevolezza sul benessere degli animali – ha dichiarato a Reuters Valeria Bessolo LLopiz, vicepresidente senior e direttore internazionale di Elle – rafforzare la domanda di alternative sostenibili e innovative, e promuovere un’industria della moda più umana”.

Ed il tema della sostenibilità, per fortuna, sta prendendo sempre più piede nella moda. Negli ultimi anni molti marchi hanno eliminato le pellicce animali dalle proprie collezioni sostenendo la polita fur free. Da Giorgio Armani, Michael Kors, Jimmy Choo, Brunello Cucinelli, Hugo Boss, la pioniera animal frindly Stella Mccartney, Maison Margiela, Gucci e da poco il gruppo Kering ha fatto una comunicazione importante in tal senso

“La pelliccia sembra essere obsoleta e non più alla moda, e specialmente per la Generazione Z, che è il bersaglio d’oro dell’industria della moda e del lusso – ha detto Bessolo LLopiz -. La Gen Z vuole che la moda sia responsabile, etica e innovativa, ed è quello che sta succedendo”.

La moda del futuro, date queste premesse, sarà sicuramente senza pellicce e volta al sostegno ed al benessere degli animali.

FONTE: PAMBIANCONEWS.COM