La camicia da uomo, che da uomo non è!

Chi ha detto che le donne non possono “rubare” nulla dal guardaroba maschile? La camicia da uomo è la dimostrazione più evidente del fatto che, se reinterpretati, anche alcuni capi convenzionalmente considerati da maschio possono essere trasformati, diventando iper sensuali.

La camicia da uomo, uno di quei modelli oversize rigorosamente in cotone, che tanto vanno di moda negli ultimi tempi. Si tratta di un capo dall’eleganza senza tempo, è sempre stato l’indumento rappresentante dello status symbol dell’uomo che la indossava. Ma ad oggi non è più cosi, è diventato un must nell’armadio delle donne che amano un look casual e poco impegnativo.

Come si indossa? Come un minidress, magari con una maxi cintura che segna il punto vita, oppure con una minigonna o degli shorts che si intravedono appena. Per chi non vuole osare troppo può portarla sblusata nei pantaloni, l’importante è che le maniche si tengano sempre arrotolate e il collo sbottonato fino al décolleté.

Marechiaro Closet ce ne propone tante, questa è la volta di una meravigliosa camicia di Etro a righe con il bianco e blu, rigorosamente morbida e oversize.

Dopo vari consigli su come poter rivalutare un capo senza tempo come la camicia, vi lasciamo con le parole di Franca Sozzani, interrogata sul concetto di eleganza, che racchiudono il senso di ciò che dovrebbe essere e che troppo spesso ci sfugge prese come siamo dal seguire l’ennesimo inutile trend.

“Tutte le donne aspirano ad essere eleganti, senza capire il vero senso di questo termine, comprano, in una vita, tonnellate di abiti, borse, scarpe.  Poi arriva a una cena una donna con un pantalone nero da smoking e una camicia di seta bianca, un classico perfetto, e la noti.  È elegante, il suo incedere quasi regale.  È chiaramente una donna speciale, elegante, e non si può dire che sia l’abito a renderla tale. È lei”.

 Martina Capuano