Haute Couture A/I 2020-21: la fiaba di Dior

La Digital Fashion Week di Parigi regala un film-fiaba firmato Mariagrazia Chiuri e diretto da Matteo Garrone.

Il primo appuntamento moda post pandemia, è finalmente arrivato. In modalità del tutto digitale, arrivano le collezioni Haute Couture Autunno/Inverno 2020-21 dal 6-8 luglio.

Da Parigi il film-fiaba Le Mythe Dior , pensato da Dior e dal regista Matteo Garrone.

Ambientato tra boschi incantati, laghi abitati da sirene albine, fauni e statue femminili che si animano come per magia, appena vengono mostrati loro i piccoli capolavori di abiti di alta moda che le mani operose delle sarte di Dior hanno confezionato in miniatura, facendoli arrivare alle muse e ninfee del bosco fatato, in un baule che evoca la sede storica dell’atelier in Avenue Montaigne, portato a spalla da due giovani in divisa da addetti ai bagagli da grande albergo.

Degli abiti che sono dei veri e propri capolavori di alta moda. Tessuti lavorati con mille plissè, drappeggi, fitti ricami, assemblati in complesse costruzioni che miracolosamente svolazzano nel segno della leggerezza.

Le ispirazioni arrivano dal surrealismo (il lavoro di Lee Miller, Leonora Carrington, Dora Maar, Jacqueline Lamba, Dorothea Tanning) e omaggiano il Théâtre de la mode, il teatro delle bambole francesi, un evento unico del 1945. Un viaggio immaginato e ‘tradotto’ in 37 abiti preziosi.

FONTE: ANSA.IT