CAMICIA BIANCA: storia di un capo iconico dal Paleolitico a Coco Chanel a Zara

Alzi la mano chi non possiede almeno UNA CAMICIA BIANCA nel proprio guardaroba. Impossibile non averne. E’ un capo iconico, evergreen, passepartout. La sua storia è lunga quasi quanto quella dell’intera umanità. Oggi vi raccontiamo, in breve, la storia di un capo iconico dal Paleolitico a Zara.

Le prime immagini di camicia bianca risalgono ai graffiti risalenti al Paleolitico. Le prime vere camicie, però, sono la subucola e la inducola, due tuniche con maniche larghe portate una sull’altra da uomini e donne nell’antica Roma. Il termine camicia deriva da un capo che i crociati importarono dall’Oriente: il ‘camis’, ovvero un camicie con maniche cucite sopra un corpo centrale indossato dai Persiani.

La camicia bianca, però, arriva ufficialmente nella storia con un ritratto di Maria Antonietta, opera della pittrice Elisabeth Vigée-Le Brun: per l’epoca fu come ritrarre un’imperatrice nuda e senza vestiti.

Ritratto Maria Antonietta

Il debutto ufficiale della camicia bianca nella moda arriva nel 1900 con la signora della moda: Coco Chanel. Si deve a lei infatti l’intuizione di sostituire i corsetti femminili con le camicie bianche maschili: una liberazione del costume che coincide con l’inizio di emancipazione delle donne!

Coco Chanel

Dopo Chanel, Christian Dior, nel dopoguerra, propone l’iconico capo in versione lussuosa ed elegante, abbinata a gonne a ruota. Grace Kelly, Jackie Kennedy, Audrey Hepburn: dive, celebrità e membri del jet-set non mancano di essere ritratti in una perfetta e immacolata camicia bianca.

Christian Dior

Negli anni ’70, la camicia bianca è simbolo di emancipazione femminile per tutte le donne.

L’epoca dell’estetica minimalista degli anni Novanta trova nella camicia bianca uno dei suoi capisaldi: Helmut Lang, Martin Margiela, Jil Sander, Donna Karan, Calvin Klein la adottano trasformandola ogni volta col proprio estro e arrivando persino a proporla come un abito a se stante. E il cinema insegue il filone regalando icone in camicia bianca come Julia Roberts in Pretty Woman o Uma Thurman in Pulp Fiction.

Film Pretty Woman

Oggi, la camicia bianca è il capo più iconico che ci sia, sia per donne, sia per uomini. E’ emblema universale immancabile negli armadi di tutti, fashionisti e non. Tutti i marchi la propongono: dalle versioni d’autore come quelle di Prada, Dolce&Gabbana e Dior a quelle più economiche di Zara, H&M e Mango.

Fonte notizie storiche: d.repubblica.it/moda – Foto: pinterest.it

Elisa